10 novembre 2011

ARISA: LA TRASFORMISTA

Molti ricordano Arisa per  due cose: la prima è la canzone tormentone dell’anno 2009 Sincerità, con la quale vinse tra le nuove proposte la 59esima edizione del Festival di Sanremo. La seconda è il suo look d’altri tempi con il quale si presentò all’Ariston.
La  cantante,il cui vero nome è “Rosalba Pippa”, col tempo,però, ci ha abituati a sorprendenti trasformazioni, diventando in qualche modo unica e inconfondibile con un suo stile sopra le righe.
Trasformazioni che abbiamo seguito passo passo su  La7 nel programma di Victoria Cabello “VictorVictoria”, andato in onda fino a quando la conduttrice non è passata in Rai per condurre Quelli che… Il calcio.
Trasformazioni che continueremo a seguire a partire dalla prossima settimana su Sky, dove andrà in onda la 5° edizione di X Factor, e della quale la cantante sarà giudice insieme a Simona Ventura, Morgan ed Elio.
Ad attirare l’attenzione del pubblico, oltre ai concorrenti/aspiranti stelle del pop, come ogni anno, saranno anche gli outfit proposti dai giurati.
Arisa avrà un look da furbetta, studiato nei minimi dettagli, con occhiali tondi, ormai diventati un must, e abbinamenti a metà strada tra punk, bon ton e british style.
Leggendo e facendo ricerca su di lei ho trovato varie foto dei suoi look  in questi anni di popolarità e mi è venuta voglia di ripercorrere insieme a voi il suo percorso di stile  da Sanremo a X Factor.

2009: Arisa: il fumetto di Sanremo
Buffo caschetto con frangettone, pelle bianchissima,rossetto acceso e occhialoni stile nerd di celluloide scura,che male si abbinavano ai gonnellini della nonna, l’avevano etichettata come un “fumetto vivente”. La voce, interessante, ma da cartone animato inoltre, non aveva aiutato la cantante di origini lucane a far cambiare opinione al pubblico.Il look retrò scelto da Arisa per il suo debutto, così vicino allo stile “vecchia zia zitella” è destinato a durare poco, giusto il tempo di una stagione televisiva.
 2010 Arisa cambia stile: addio alla vecchia zia zitella e benvenuta gitana Dopo la vittoria di Sanremo l’artista italiana prende gusto e ci riprova un anno dopo. Questa volta nella sezione Big con il brano “Malamorenò”. Ovviamente si reinventa stravolgendo il look. Niente più frangia ma capelli mossi. Qualche chilo in meno e una nuova montatura di occhiali, stavolta gigante. Una novità importante completa la sua immagine: lo stile per la nuova sfida sanremese è curato e firmato interamente dalla grande stilista inglese Vivienne Westwood . Il pubblico apprezza il cambiamento, la canzone e il coraggio ma non le fa vincere il Festival.
2011 Arisa la Minimal:Per la  sua partecipazione come giurata, sfodera un look minimal-chic sorprendente.Lontana anni luce dall’immagine cartoon che emanava agli esordi. Arisa oggi ha tagliato nuovamente i capelli, è dimagrita ancora un pochino e sfoggia un look minimale ma allo stesso tempo chic e ricercato grazie anche a Frankie Morello. La giovane cantante infatti indosserà degli abiti creati da Maurizio Modica e Pier Francesco Gigliotti, direttori creativi del marchio, apposta per lei che in una recente intervista si sono detti: “contenti ed entusiasti per questa collaborazione con Arisa, perché rappresenta perfettamente il Dna del brand: stile e talento tenuti insieme dall'ironia.”
Vedremo se questa volta il look della cantante sarà apprezzato dal pubblico e dalla stampa. Io se devo essere sincera,l’ho rivalutata tantissimo e guardando il programma si capisce, che ha fatto uscir fuori sempre più la sua personalità.
Ed è bello vedere una giovane artista che sa sempre mettersi in discussione rivalutandosi  e riconoscendo i propri limiti. Credo che noi ragazze dovremmo prendere esempio da Arisa: dovremmo saperci rivalutare e soprattutto non dobbiamo arrenderci mai.
Col Cuore, Luisa.
Articolo a cura di: Luisa Bambina

12 commenti:

  1. Finalmente non si concia più come Nonna Abelarda.

    Lollo.

    RispondiElimina
  2. ADORO ARISA....BRAVA Lù

    RispondiElimina
  3. Brioso, Brillante, Vivace, un articolo lezioso al punto giusto!!! Come sempre Lulù ci sorprende, regalandoci una lettura eccellente.

    RispondiElimina
  4. Arisa è un personaggio che ho sempre guardato con curiosità e apprezzamento... adoro le persone che non si prendono troppo sul serio, indice di una spiccata personalità e intelligenza... continua così Lulù... kiss...
    M. Gaglio

    RispondiElimina
  5. Reinventarsi, stravolgere di continuo il proprio look, modificarsi totalmente è il mantra di chi sa che l’immagine conta e sa quanto il pubblico, di questi tempi tenda a stancarsi facilmente....quindi ben venga questo suo cambiamento,mi piace, e tanto anche, ma non vorrei che fosse il solito copione della bruttina che all'inizio punta tutto sulla qualità e poi si redime!!! staremo a vedere!!! :)

    RispondiElimina
  6. ha poco da redimersi obbiettivamente non potrà mai puntare su qualità fisiche eccellenti..colpisce quanto basta ed è anche un'artista completa e molto intelligente, la preferisco a molte anche a livello musicale, almeno fa la differenza...grazie ju <3

    RispondiElimina
  7. C'è chi preferisce stravolgere il proprio look per adattarsi alle "circostanze" e c'è chi segue un proprio filo logico...nel caso di Arisa penso che abbia fatto benissimo...era noioso il suo stile,troppo costruito...e poi ?!?!?!? se non l'avesse fatto sarebbe tornata a casa di corsaaaaaa !!! Quindi...buon per lei :)

    RispondiElimina
  8. ma perché hai messo il suo nome virgolettato....? Non è che sia proprio carino nei suo confronti......

    RispondiElimina
  9. PREFERIREI ASSOCIARE AD ARISA UN'IMMAGINE, UNA ICONA DI QUELLA DONNA CHE NUOVAMENTE, DI QUESTI TEMPI, SI SENTE PIù AL PASSO CON IL VINTAGE DI ESPLORAZIONE,, il costume anni '40-'50, il retrò style che si fa moderno in Arisa, per quanto riguarda il suo stile.
    D'altronde lei forse è più retrò, e a mio parere fa bene ad esserlo, di altro e l'ha dimostrato nel suo ultimo singolo del 2010, se non sbaglio "MA L'AMORE NO" una canzone, il cui titolo è stato già usato in passato, e Arisa ha usato appunto questo "vecchio titolo" ricorrendo in una chiave moderna, forse traducendo nella società di oggi, un canzone "vecchia".
    "Ma l'amore no" cantata da LINA TERMINI ed EVA NOVA ( a quanto si sa ), una canzone d'amore, una di quelle canzoni che con la melodia di trasportavano in una certa situazione e perfino in cuore più freddo si scioglieva al suono di quelle parole. Ed Arisa la possiamo intendere come questa tipologia di canzoni degli anni del durante e dopo guerra italiano, che pochi intenditori san cogliere il vero spirito di questa artista ancora tutt'oggi emergente, nel senso di crescita.

    Per quanto riguarda lo STILE, essa ha il suo. Tutto il preambolo che ho fatto è il pretesto concettuale per accennare al perchè delle sue scelte nel vasto mondo dell'abbigliamento, accessori, calzature.
    Il suo gusto retrò è sobrio, non è un costume (e per costume intendo, modo di vestire, non costume da bagno, per chi non avesse inteso), è mixato al suo "nuovo intendere ciò chè è passato", appunto potremmo dire che "guarda al passato interpretando il nuovo". Ovviamente alle sue prime apparizioni, non era ancora, forse, riuscita a tramsettere questo messaggio, e pian piano credo che ce la farà, sopratutto ad affermarlo.
    IN ARISA VEDO UNA DONNA DECISA E SICURA, che per quanto le critiche di alcuni stolti vorrebbero farla cadere, beh credo che non cadrà, al di là del suo ciuffo ribelle o di simil vari difetti.
    D'altronde un capo d'abbigliamento può essere perfetto, ma l'abito non va in giro da solo. Esso veste l'uomo e l'uomo non è perfetto (neanche le modelle), pertanto l'abito non può rendere perfetto l'uomo, per quanto uno stilista ci provi a disegnarlo.

    RispondiElimina
  10. Ciao Francesco,
    dal tuo commento traspare una certa professionalità che apprezzo tantissimo, e della quale condivido l'80% di ciò che hai detto.
    Ti ringrazio e ti suggerisco di continuare a seguirci perchè siamo felici di sapere che, chi ci legge, ha una certa cultura.
    Grazie.

    RispondiElimina
  11. e si d 'altronde francesco è mio cugino oltre ad essere un artista performar e specialista in moda...la studia <3 grande frààààà un bacioooo a presto <3 grazie !

    RispondiElimina